info@nebulosaweb.com

CMS in parole semplici

cms
Cercando in rete professionisti in ambito web, che siano essi web designer, web developer, SEO o esperti di marketing sentirai sicuramente parlare di CMS, ma di cosa si tratta?
CMS è l’acronimo inglese di Content Management System che tradotto letteralmente sarebbe sistema di gestione dei contenuti.
Si tratta del motore software dei siti web dinamici, ciò che c’è dietro la facciata e che permette di gestire i contenuti da pannello amministrativo e generare pagine in base a specifiche richieste degli utenti.
I CMS possono essere suddivisi in due tipologie ben distinte: quelli open source e quelli proprietari.

CMS Open Source

Nella maggior parte dei casi il termine CMS è riferito proprio a questa tipologia che comprende tutti i maggiori CMS utilizzati tra cui WordPress, Drupal, Joomla e PrestaShop, ma ne esistono molti altri e per ogni esigenza (siti web, portali, e-commerce, gallery ecc ecc).
Le caratteristiche di spicco dei CMS open sorce sono il fatto di essere gratuiti, personalizzabili e modificabili al 100%, supportati da grosse community e arricchibili con varie funzionalità.
Utilizzare un CMS Open Souce permette anche di abbassare i costi di produzione per il cliente e offrirgli un sito web facilmente gestibile da chiunque abbia conoscenze del software, anche nel caso il cliente decida di affidarsi ad un altro webmaster.

CMS Proprietari

I CMS proprietari a differenza della loro controparte hanno un codice sorgente di proprietà dell’autore che l’ha realizzato e le sue caratteristiche variano in base alle esigenze del cliente e da chi lo progetta.
Generalmente i CMS proprietari vengono utilizzati per grossi siti o portali che necessitano di un sistema cucito su misura, per coprire esigenze ben specifiche. Un altro vantaggio dei CMS proprietari, oltre alla loro specificità è la sicurezza, data proprio dal fatto che il codice sorgente con cui sono costruiti (e quindi il funzionamento sotto la carrozzeria) è noto solo agli sviluppatori.
I CMS proprietari sono poco indicati per progetti di piccola o media entità in quanto costosi, sia perché sarà chi ha in commissione il lavoro a doverli costruire da zero, sia per eventuali manutenzioni future.
Nel caso si scelga di cambiare webmaster questi sarà impossibilitato ad apportare modifiche senza aver prima studiato il codice sorgente sconosciuto, e ciò si traduce in tempo che va poi a ripercuotersi sul costo finale.